Pubblicato da: 2g | lunedì, 6 novembre 2006

Il regno di Gigionia: pacchi, desaparecidos e traguardi

Prima di tutto, mi devo scusare con Marco.
Sabato scorso Marco ha organizzato la serata “Vino, castagne e poesia”, arrivata alla sua terza edizione. Il programma di solito consiste in conversazioni più o meno intelligenti sulle opinioni personali di ognuno, intervallate da castagne bollenti, calici di vino e letture più o meno serie che ognuno dei convenuti è tenuto a portare alla serata ed a declamare.

Io avevo già pianificato come tirare pacco a Marco. Perché il vino non lo posso neanche guardare, le castagne mi giocano brutti scherzi e la poesia è ciò che odio di più al mondo.

Io avevo già pianificato cosa portare per la serata, che non vi svelo per poterla tirar fuori l’anno prossimo😀 Però il cambio di temperatura mi ha giocato un brutto scherzo, complice il fatto forse che venerdì sera sono rientrato alle cinque e mezzo di mattina. Alle 9 e mezza già ero in trance agonistica con le pecore.

Spero di risultare originale con questa patetica scusa, ma è l’unica che ho. Ve la siete bevuta?

Spero che la serata sia riuscita appieno anche senza il mio supporto😀 Altrimenti possiamo sempre rifarla in occasione del “Giulia’s New House Party” a cui sono invitati tutti. Sì, ANCHE tu CHE stai LEGGENDO potrai PARTECIPARE all’INAUGURAZIONE della NUOVA casa.😉

Aspetto commenti con il vostro racconto di sabato, amici miei. Se i viandanti vogliono lasciare un loro contributo del loro weekend, questo sarà ben accetto.

Io venerdì sono andato alla “Cena biennale della classe 1981”. Sono ritornato alle cinque e mezzo di mattina, sveglio e pimpante.

Se non avessi dormito al mio ritorno a casa forse sarei riuscito a venire alla serata di Marco. Più dormivo e più sentivo il sonno. Imbarazzante, ma è così.

Sono tornato a casa con l’impressione che in fondo la mia vita non è così male. Lavoro nel campo dei miei studi, ho lottato abbastanza in questi due anni per ottenere una posizione che bene o male mi qualifica e mi gratifica.

Dagli altri miei compagni delle medie ho sentito storie allucinanti, imbarazzanti, di quelle che pensi “meno male che non è toccato a me”: i desaparecidos, chi non è venuto a dire che la propria vita in fondo se l’é scelta lui o lei e che più o meno gli/le piace così come è. La loro storia è riportata col sorriso di chi si sente fortunato. E’ passato da tempo il periodo dei rancori e delle invidie. La loro storia è presentata come un documentario, con forti opinioni in didascalia ma senza risentimenti. X è legato mani e piedi all’amore, Y al lavoro… Z beh, l’ho vista una volta al supermercato.

Per il resto tutto normale: chi c’era parlava dei propri traguardi professionali minimizzandoli o en contraire delle loro tappe intermedie puntandosele al petto. Come fanno tutti.

Qualcosa è cambiato dalle altre volte, si è smesso di ricordare il passato. Dei bei tempi delle medie non abbiamo forse più bisogno. C’è la condivisa sensazione che ciò che più importa adesso e tenersi aggiornati su ciò che ognuno affronta nel presente, in chi ti puoi imbattere se giri l’angolo e in chi puoi trovare aiuto se hai delle difficoltà di ogni genere.

E’ aumentato anche il numero di non-detti. Di cose che ci teniamo per noi perché in fondo chi c’era si rivedrà ottimisticamente tra due anni, che prima sembravano una bazzecola e ora… Nuove storie, false nuove tappe intermedie, di gente che si sarà legata mani e piedi al lavoro, all’amore o che so io.
Potrei riuscire a scriverne un racconto gotico, magari da leggere alla prossima serata “Vino, castagne e poesia”😀

PS: Dorothy? Ti ricordi dei tuoi adorabili compagni delle superiori? Mi hanno stupito. Sono diventati delle persone abbastanza normali. Si sono fatti i **zzi loro tutta la sera, sono maturati notevolmente. Ke fa il tempo!


Responses

  1. Come è andato il tuo venerdì iperalcolico?

  2. il mio sabato sera? allo skylight! ho trovato un sacco di corteggiatori: una lesbica, un trans e un gay🙂 record! pensavo che i trans e i gay si interessassero agli uomini, ma ho dovuto cambiare idea %-)

  3. AHAHHAHA😀
    bello il post, molto divertente!

    Grazie della visita, spero che la simpaticona che cerca gli uomini proboscide abbia trovato quello che vuole!😀

  4. [x Düsseldorfer] grazie a te. E a presto.
    [x vlad] niente dama alcolica, niente ombra longa tra i tavoli. I tempi sono cambiati. + autocontrollo – spensieratezza. Poi io sono notoriamente taccagno con me stesso. Comunque finalmente ho saputo come è continuata la scorsa cena dopo la mezzanotte. Ha dei retroscena inquietanti e ridicoli. Nevermore!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: