Pubblicato da: 2g | lunedì, 18 dicembre 2006

Lasciate in pace i carillon!!!

(da garzanti linguistica)
Lemma carillon
Sillabazione/Fonetica [pr. / kari’jOn /]
Etimologia Voce fr.; dal lat. volg. *quatrinio¯ne(m), prob. col sign. di ‘gruppo di quattro campane’
Definizione s. m. invar.

  1. sistema di campane che, suonate per mezzo di un congegno, producono un semplice motivo musicale
  2. meccanismo dotato di un cilindro rotante munito di punte che fanno vibrare delle lamelle metalliche diversamente intonate, producendo così una melodia; anche, la scatola che lo contiene.

Ciao a tutti, è tanto che non pubblico qualcosa di mio. Mi dispiace.Voglia ce ne sarebbe a quintali. Ma il mio tempo di qualità ora è molto poco. Oggi sono abbastanza lucido da potervi raccontare la mia versione dei fatti, che è anche l’unica sacrosanta realtà oggettiva, della nostra gita di giornata a Trento e Levico.

Alla fine della fiera, vostro onore, potrete giudicare da voi che le cento coltellate inflitte dal mio cliente all’elfo di natale fu un atto necessario, anzi ampiamente giustificato e dovuto.Questa storia inizia con un semplice sms. Un attimo che lo cerco. Mi sono accorto adesso che nel telefonino si sono accumulati 89 messaggi. Uno diceva, “andiamo a vedere superman returns sabato?”[dopo un’ora…]

Ah, eccolo. Dice:”Vieni ai mercatini di trento domenica?”

Non avevo risposto, ci ho riflettuto. Poi ho pensato: “Beh, ke male può farmi?”

Domenica mattina alle 7 ero sveglio. Sono andato anche a lavare l’auto, il tempo era nuvoloso ma la new GM era sporca, molto sporca.

Sono arrivato a casa di Paolo alle 8.30. In puntuale anticipo.

Squillo a Paolo. Paolo esce.

Il ritrovo era al parcheggio dell’autostrada. Dopo un po’ arriva Emanuela. Dopo un’altro po’ arrivano anche Marco e Silvia. Si può quindi partire.

Non ho mai sentito mai la mia auto così bassa. Eravamo quasi a pieno carico, poverina la GM.

Viaggio perfetto. Abbiamo girato un po’ per capire dove parcheggiare, poi abbiamo scelto per l’autoAsilo, così ridefinito da Silvia. Cosa sarà mai una “A” in più. Paolo leggeva tutte le vie e ormai vi sa dire a memoria data di nascita e di morte di Petrarca, Manzoni e di un giurista filosofo di cui non ricordo il nome, quindi mi astengo dal tentare di citarlo.

Arrivati a Trento ci saremo incontrati con Federica, le indicazioni di Marco sono state “noi siamo in via Manzoni, qui c’é una farmacia chiusa e un tipo con un tridente sopra una fontana, ah sto sotto una torre!”. Aspettando che la dea bendata portasse da noi Federica siamo entrati in un bar per un break caldo.

Arrivata lei, siamo usciti per andare in piazza S. Chiara dove ci sono ancora in questi giorni gli stands del mercatino di natale di Trento.

Appena sono arrivato ho detto: “Ho capito dove sta la fregatura”. PAUSA. “E’ un centro commerciale all’aperto.”

La gente ha riso, ma la mia non voleva essere ua battuta😀 Vi rendete conto che quello che si trova lì è trovabile su internet ad un quarto del prezzo? Paolo ha detto che i negozianti risparmiavano anche su riscaldamento e aria condizionata.

Ma i prezzi?

Con ciò, io avrei voluto prendere qualche ricordo gastronomico da portare a sera a casa, gli altri sono impazziti nel provare tutti i tipi di carillon, di tartarughe di legno col carapace che rotola se tirate, di profumi e candele. Smettetela di far suonare quei maledetti carillon!

Nel tentativo di mangiare in un posto caldo, siamo andati alla ricerca di bar, trattorie, mense di carità. Finché non ci siamo fermati in un bar in cui preparavano gli stessi panini che puoi trovare al TuttaFrutta, ridenominato ai vecchi tempi “Arnold’s”, e che ordinate due coke medie sono arrivate mezze. Col senno del poi, ci saremmo scaldati di più bevendo due bicchieri di vin brulé a testa e goduta la festa con un panino con crauti e salsicca.

Dopo, brevissima visita del cortile del castello del Buonconsiglio. Al momento in cui era destinato il ritorno al mercatino per acquistare fu sostituita una partenza per Levico. Addio salami di cervo e capriolo. Addio “Mori Vecio” da cinque litri. Inutile dire che sarei tornato con un pugno di mosche.

Arrivati a Levico, siamo rimasti affascinati dal ragazzino che tentava di condurre un pony e il suo carretto, ma che in realtà ne veniva travolto, e davanti al parco asburgico, dal sarcofago i cui cartelli didascalici in italiano e tedesco affermavano nel riassunto di Paolo che ce ne erano di migliori e meglio tenuti.

Siamo entrati nel parco, dove c’erano gli stands. Breve giro. Bevuta di Biancaneve, cioé latte e cocco secondo le insegne del baretto, per tutti tranne per me. Il latte caldo mi concilia il sonno e dovevo guidare, meglio il vin brulé! Minikrapfer in più per Paolo.

Ritornando a casa, incolonnati in autostrada, abbiamo ascoltato gli AC/DC, “High Voltage”. Paolo ha detto che gli sono entrate in testa, provate a interrogarlo. Alla quarta canzone l’hanno tolto il CD per mettere qualcosa di più vario.

Fine. Buona notte! Io vado, ho sonno.

Ma voi lasciate stare i carillon!!!


Responses

  1. Ho sempre detto che, quando non avrei più avuto esami a dicembre, mi sarei concessa una domenica ai mercatini di Natale, anche se, con tutto rispetto parlando, l’idea di andare tra la folla assatanata di regali e tra i prezzi rialzati per l’occasione, non mi stimola affatto… Dopo aver letto questo tuo inserimento, però, 2g, mi sorge spontanea la domanda… Ma chi me lo fa fare?😉

  2. A me la gita è piaciuta… e anche a 2g, solo che è sempre negativo nei riassunti😀

  3. Tutto merito della compagnia allora…😉

  4. La compagnia in effetti era eccellente, nulla da obbiettare😀

  5. Concordo😀

  6. […] Non è il primo anno che andiamo a vedere mercatini, siamo dei veterani ormai (per chi non ricordasse può rileggere l’articolo dell’anno scorso “Lasciate in pace i carillon“) […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: