Pubblicato da: 2g | lunedì, 12 novembre 2007

Não coentro, por favor (dia 6)

Oggi non mi passa altro. So che attendete di sapere come va avanti il racconto della nostra vacanza a Lisbona, quindi inizio a scrivere il sesto articolo.

Quello che segue avviene tra le 7 e le 24 del 14 Agosto 2007.

Era da parecchi giorni che spingevamo per prendere un’auto a noleggio, poter fare una scorribanda sulla costa, vedere di sfuggita anche luoghi non facilmente raggiungibili a piedi o con i mezzi pubblici.

Il sesto giorno Andrea ha convinto Giulia, che fa l’amore😀

Siamo andati all’aeroporto e abbiamo scoperto che era meglio prenotare il mezzo qualche giorno prima. Non avevano auto a sette posti, in una da cinque saremmo stati strettissimi e nessuno aveva patenti da pulmino. Quindi…

SIAMO ANDATI AL MARE!

Avevamo sentito parlare di Estoril, per il circuito automobilistico, e quindi abbiamo preso un treno e siamo partiti. Il treno ferma quasi in rima al mare.

Verso le 11 eravamo in spiaggia. Il tempo di mettersi i costumi ed eravamo sulla sabbia. Stese le asciugamani e dritti in acqua. L’oceano è leggermente freddo, Paolo confermerà. Non bastano due vasche per scaldarsi, ma una volta abituati è un piacere tonificante.

Nel pomeriggio la spiaggia si era riempita. La marea si è alzata e, per non bagnarci senza volerlo, ci siamo dovuti spostare. Dove andare però?

Andrea e Gianluca ci dicono di aver incontrato un siciliano trapiantato in Piemonte. Tra vari discorsi, lui dice che Estoril è una spiaggia per famiglie e che i giovani invece vanno tutti a Cascais, dove c’é la boca do Inferno. Gianluca chiede se ci sono negozi per le ragazze e ragazze per i ragazzi. La risposta è stata più o meno questa.

E’ periodo di saldi. Trovate tutto a poco. Io ho comprato due paia di sandali alla mia donna al prezzo di uno. E poi mi chiedi se è pieno di sticchio? Ne è pieno.

Ci siamo diretti immediatamente a Cascais😀

Probabilmente, Cascais si sveglia più tardi e tira più tardi in nottata, perché quando siamo arrivati noi non c’era grande movimento. Un gruppo stava provando sul palco, gente che passeggiava sul lungomare, negozietti di souvenir erano aperti per Pêssego e sorella.

Abbiamo tentato di trovare un ristorante dove cenare ma eravamo fuori dalle guide che ci eravamo portati e ci sentivamo un po’ persi.

Siamo tornati a Lisbona. Un salto all’ostello per lavarci e renderci conto che durante la giornata di sole avevamo avuto delle vittime.

Sapete quando dicono di non prendere il sole dalle 12 alle 3 del pomeriggio? Hanno ragione. Io ci ho rimesso il mento qualche anno fa, ma quel giorno niente. La brezza continua non faceva sentire il battere del sole e, anche se non mi ero unto con abbronzanti vari, mi sono appena scurito in modo uniforme. Fantastico!

Ma lì, quel giorno, abbiamo perso definitivamente Gianluca. Si era messo la crema prima di entrare in acqua e poi niente. Non deve essere granché abituato al sole che batte in un cielo limpido, venendo da Milano.

A sera diceva a tutti “Ti voglio bene, tomorrow” e urlava per le ustioni alle gambe che si stavano facendo strada in superficie.

Non curanti di ciò, siamo andati lo stesso al ristorante e ci siamo fermati in una marisqueria nella zona dell’oceanario. La scelta è stata obiettiva: hanno un maxischermo e abbiamo fame.

Ennesima zuppa di riso e pesce. Questa volta dire “Não coentro, por favor” non ha avuto effetto. Il coriandolo era già in tutti i piatti. 😦

Andrea ha preso un piatto di pesce per tre persone almeno e quindi abbiamo mangiato del suo.

Stanchissimi siamo tornati all’ostello e così finisce il sesto dì.


Responses

  1. UN PIACERE TONIFICANTE ?!?
    Tremo al solo ripensarci!

  2. Voi avevate problemi con la doccia dell’ostello, soprattutto Gianluca.
    Quando siete entrati in acqua ho sentito “Il silenzio degli innocenti”, +suino-ovino. 😀

  3. Rivoglio l’abbronzatura di Cascais!! Altro che lampade!

  4. Ringrazio ancora per la crema protezione 50 che mi ha salvato🙂

  5. io nella terza foto sembro di un altro continente o forse di un altro pianeta😀


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: